Home News Patrizio Podini premia Franco Ricci al Galà delle Eccellenze Italiane

Patrizio Podini premia Franco Ricci al Galà delle Eccellenze Italiane

114
0
Patrizio Podini premia Franco Maria Ricci al Galà delle Eccellenze Italiane

Patrizio Podini, Presidente di MD, premia Franco Maria Ricci al Galà delle Eccellenze Italiane IV edizione

Leggi anche il comunicato di tutte le storie

Il 10 dicembre, nell’esclusivo ristorante La pergola Rome Cavalieri, dello chef stellato Heinz Beck, nel corso del Galà di Eccellenze Italiane, ideato dal giornalista e storytailor Piero Muscari, e giunto quest’anno alla sua IV edizione, Patrizio Podini, patron dell’azienda MD (uno dei più importanti player della grande distribuzione italiana, ormai lontano dai canoni del discount ma sempre più marchio della buona spesa, che possiede quasi 800 punti vendita distribuiti su tutto il territorio nazionale, isole comprese) premierà per la prima volta una grande storia di successo nell’ambito enogastronomico, Franco Maria Ricci

Continua, così, l’impegno di Patrizio Podini nei confronti dei prodotti di punta della tradizione italiana, già espresso con l’inaugurazione – per festeggiare i 25 anni di vita dell’azienda MD, già Lillo SpA – della nuova linea premium “Lettere dall’Italia”. Md porta così nella “buona spesa” il meglio della tradizione regionale del Belpaese, attraverso le più conosciute DOP, DOC e IGP, ma anche attraverso prodotti che, pur non dotati di un marchio, per tradizione e storia sono tipicamente italiani.

“Lettere dall’Italia” e lo storytelling a scaffale

Poiché ogni prodotto ha la sua storia, legata alle sue origini e al suo territorio, nell’Italia dei mille borghi la tradizionale lavorazione delle materie prime ha trasformato queste storie in vere e proprie eccellenze, che MD ha portato in tutti i propri punti vendita. “Lettere dall’Italia”, mettendo l’accento sugli elementi che rendono ancora più speciale la tavola degli italiani, compie un inedito storytelling mai sperimentato tra gli scaffali di un punto vendita. Di ogni prodotto si racconta, anche tramite immagini, la storia e il legame con il territorio di provenienza e si spiega, con curiosità e aneddoti, come la cultura e il lavoro abbiano trasformato le materie prime in una eccellenza. Nei punti vendita sono presenti questi “speciali” del gusto, sia in aree dedicate, con un forte impatto visivo, sia all’interno delle categorie di riferimento.

Patrizio Podini ha spiegato che la linea “Lettere dall’Italia” è distintiva per definire il profilo dell’insegna nel futuro. Essa incarna, infatti, in pieno la filosofia di MD, dal momento che si rivolge a un consumatore consapevole del valore del made in Italy e riassume valori di qualità, sicurezza e italianità che hanno sancito il successo dell’azienda nel corso dei suoi 25 anni di vita.

MD premia l’Eccellenza Italiana

In perfetta sintonia con la filosofia espressa dai prodotti “Lettere dall’Italia”,  MD da questa quarta edizione ha deciso di sostenere il progetto Eccellenze Italiane aiutando a ricercare, raccontare e premiare una storia che attraverso un testimone privilegiato esprima al meglio il valore del made in Italy e l’eccellenza delle nostre produzioni enogastronomiche.

Ancora una volta Patrizio Podini e la Direttrice Marketing e Comunicazione, Anna Campanile, hanno abbracciato il tema della narrazione come filo rosso di una promozione innovativa, che metta il consumatore in grado di conoscere, e quindi di apprezzare, le mille storie di saperi e impegno tutti italiani che fanno grande l’enogastronomia del nostro Paese.

Il premio di Patrizio Podini nel corso del Galà delle Eccellenze Italiane andrà a Franco Maria Ricci, antesignano della comunicazione e del marketing del mondo vitivinicolo italiano e fondatore, nel ‘98, della rivista Bibenda, rivolta agli appassionati e agli addetti ai lavori, dai sommelier professionisti ai ristoratori: una guida dove il vino viene raccontato anche attraverso la storia e la descrizione delle aziende che lo producono, e che, sin dalla prima uscita, vende 90.000 copie in edicola e nelle librerie. Un enorme successo che ha spinto Ricci a farsi promotore di un’altra grande scommessa, quella dell’Oscar del vino, il più importante premio enologico italiano, giunto oggi alla 20° edizione.

Un’opera meritoria, quella di Franco Maria Ricci, in un paese che è il più importante al mondo per produzione vitivinicola, con ben 11 miliardi di fatturato annui, e nel quale 60 milioni di persone bevono il vino senza, tuttavia, conoscerlo veramente. È per questo motivo che, nel 2013, Ricci ha costituito la Fondazione Italiana Sommelier, Centro Internazionale per la Cultura del Vino e dell’Olio, che ha lo scopo di diffondere e valorizzare l’arte e la cultura enogastronomica, nonché le professioni ad essa collegate.

E, ancora un volta, nell’ambito del Progetto Eccellenze Italiane si assiste alla “buona pratica” di incontri che si rivelano “magici” e produttivi, e di storie di eccellenza che si nutrono a vicenda, contaminandosi in modo costruttivo. Nel corso della serata del 10 dicembre si potrà assistere a un nuovo ed esclusivo viaggio alla scoperta dell’enogastronomia italiana, firmato, come sempre, dallo storytailor Piero Muscari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here