Home News Una monografia e un compleanno speciale e per gli 80 anni di...

Una monografia e un compleanno speciale e per gli 80 anni di Paolo Tramontano

Piero Muscari ha curato l’ideazione, la direzione artistica e la conduzione della festa di compleanno di Paolo Tramontano, Presidente del Gruppo Harmony

13

Per Paolo Tramontano – Presidente del Gruppo Harmony e una delle nuove nomination per la VI edizione del premio Eccellenze Italiane, in procinto di festeggiare il suo ottantesimo compleanno, abbiamo pensato di ideare un evento che potesse celebrare in modo speciale questa ricorrenza. Lo storytailoring ha una risposta “tailor made” per tutte le esigenze degli imprenditori, compresa la celebrazione di un compleanno. Dal momento che quella di Paolo Tramontano è una storia davvero particolare e affascinante,  abbiamo suggerito la scrittura di una monografia che celebrasse i suoi Ottanta anni e poi, sin da subito, abbiamo iniziato a pensare a una festa di compleanno ritagliata su misura per un personaggio come lui. Per l’evento c’era già un format adatto: quello dei compleanni dei “founder”,  messo a punto per gli 80 anni di Patrizio Podini e reso ancora più interessante dal fatto che non era fuori luogo immaginare che Paolo volesse parlare anche della sua impresa, fondata, di fatto, quasi 40 anni fa.

Il lavoro sulla monografia si è protratto per mesi: un racconto che si dipana per 110 pagine, illustrando, con un bel connubio di parole e immagini, le varie vite che quest’uomo così versatile e pieno di iniziativa ha vissuto. Nato nel ’42 a Bagnoli, noto quartiere di Napoli – in una famiglia non abbiente: padre violinista e madre casalinga e soprano improvvisata che, per mantenere la famiglia, fanno da “colonna sonora” a tanti matrimoni -,  Paolo, per contribuire al mantenimento della famiglia, sin da bambino è impegnato a fare musica leggera con il padre e la sorella, quest’ultima pianista classica. Poi, dopo aver fatto il cantante e il musicista per tanti anni, diventa manager prima in una casa discografica e, tra alterne vicende, passando per la vendita di libri porta a porta, dopo varie esperienze in importanti società di servizi finanziari, affianca l’attività manageriale a quella di consulente e di formatore.

Poi, nell’85, l’apertura dell’azienda Harmony Progress  e del gruppo collegato, che operano nell’ambito dell’estetica rigenerativa con prodotti e dispositivi destinati a centri estetici e non al cliente finale. Ancora oggi Paolo Tramontano si occupa di formazione (insegna anche in vari master universitari, per es. alla Sapienza di Roma) in collegamento con i tirocini che i laureandi effettuano presso la sua azienda. Lungo il filo della narrazione, che dagli anni quaranta arriva al’attualità, si dipana anche la storia di un quartiere (Bagnoli, appunto, suo luogo di nascita) che racconta la fine di un sogno operaio e di un tentativo di riscatto che non ha dato gli esiti sperati. Un percorso affascinante, attraverso 80 anni di storia del nostro Paese che, esattamente con il protagonista del racconto, ha “cambiato pelle” tante volte, affrontando la complessità crescente di un mondo in continuo divenire. La monografia, come da format ormai consolidato, presenta un’introduzione di Michelangelo Tagliaferri, Presidente del Comitato Scientifico di Eccellenze Italiane, e i cinque insegnamenti che si possono trarre dalla storia.

L’evento: “80voglia di raccontarmi” 

Quanto all’evento, la cui l’ideazione, direzione artistica e conduzione sono state curate da Piero Muscari, è stato intitolato “80voglia di raccontarmi”: la festa si è sviluppata lungo una narrazione che ha riguardato non solo la storia personale ma anche quella dell’azienda che Paolo Tramontano ha fondato (erano presenti dipendenti e fornitori, oltre ai familiari), così come quella di un quartiere, di una città (Bagnoli e Napoli) e del Paese in generale. Lo storytailoring, il cui utilizzo è facilmente comprensibile per un libro autobiografico, è forse più complesso da declinare in un evento: ma anche in questo caso ha dato risultati davvero straordinari. Abbiamo affrontato il percorso aiutati dalla musica – anche dal vivo, con un eccellente violinista che ha suonato melodie splendide – dalle immagini e dai video, interloquendo con il protagonista che, chiamato in causa durante le varie fasi del racconto, ha arricchito con la sua testimonianza diretta quello che nella storia si sviluppava. Momenti emozionanti, per un racconto nel quale è entrata la forza prepotente della vita, non solo quella del protagonista diretto ma dell’intero Paese.

Si è pensato anche a un ospite famoso, che potesse qualificare ulteriormente l’evento, qualcuno la cui storia mostrasse affinità con quella di Paolo. Chi meglio di Patrizio Oliva, napoletano anche lui e con una storia di famiglia per alcuni versi simile: entrambi hanno lottato contro la povertà per emergere in una terra splendida ma difficile e piena di contraddizioni. Patrizio è intervenuto e la sua partecipazione ha dato un quid in più all’evento, che si è arricchito di una storia nella storia. A completare il tutto anche altri ospiti, tra cui familiari di Paolo – la sorella, la compagna e il figlio Antonio, musicista e autore – e diversi manager dell’azienda.

La serata si è conclusa con il rinfresco e il taglio della torta. Infine, come in tutte le feste di compleanno, ci sono stati anche i regali. È stato Paolo a donare a tutti gli ospiti la monografia pubblicata per l’occasione che narra la storia della sua vita. La vita di un una persona con la tempra di un combattente, che ha creduto nel potere del sogno e nel valore di un comportamento improntato all’etica e ai valori ereditati dalla sua famiglia.